• Museo Pontificio – Santuario della Santa Casa di Loreto, Piazza della Madonna, 1, 60025 Loreto AN
  • Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18

Pietro Paolo Menzocchi

Giorgio Ivanovich pellegrino a Loreto

Il prete dalmata è figurato in veste ecclesiastica, nell’ atto di offrire le proprie viscere, strette nella mano sinistra, alla Vergine con il Bambino in braccio, trasportata da angeli in una gloria di nubi. A sinistra, sullo sfondo, si intravedono alcuni turchi che assalgono e feriscono il sacerdote pellegrino. Al di sotto della tela corre una lunga scritta in latino e in traduzione italiana, molto consunta e quindi non sempre di facile decifrazione.ll dipinto rievoca il prodigioso episodio accaduto verso la fine del secolo XV al prete dalmata che, assalito dai Turchi, riuscì a raggiungere il Santuario di Loreto, dove morì. Il suo corpo è sepolto presso la Cappella svizzera.

Periodo: attivo a Loreto 1568 - 1570
Stanza: 3

Pietro Paolo Menzocchi

Giorgio Ivanovich, pilgrim to Loreto

The Dalmatian priest is represented in ecclesiastical garb, in the act of offering his own entrails, held in his left hand, to the Virgin with the Child in her arms, carried by angels in a glory of clouds. On the left, in the background, some Turks can be seen attacking and injuring the pilgrim priest. Below the canvas runs a long writing in Latin and in Italian translation, much worn and therefore not quite easy to decipher.The painting recalls the prodigious episode that occurred towards the end of the 15th century to the Dalmatian priest who, attacked by the Turks, managed to reach the Sanctuary of Loreto, where he died. His body is buried in the Swiss Chapel.

Time: active in Loreto 1568 - 1570